Attività

escursioniLa Casa del Parco mette a disposizione di scuole (Elementari, medie e superiori) e non, esperienze da vivere a stretto contatto con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e con la storia e la cultura di questo territorio.

Ecco quattro proposte per “Vivere il Parco”:

- A SCUOLA CON GLI ASINI: Camminare nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini significa aprirsi alle sensazioni di libertà, di amore per la vita e di rispetto che la natura trasmette. Emozioni che i nostri antenati hanno provato per millenni, camminando da soli o in compagnia dei loro animali. Tra essi ha primeggiato l’Asino, fedele compagno e ottimo mezzo di trasporto, da sempre simbolo di semplicità, umiltà e laboriosità, un grande maestro per le future generazioni.
Questo programma, studiato per le scuole, si propone di riscoprire gli antichi valori “dell’uomo”, come la solidarietà, la dignità e la ricchezza di ciò che è semplice e genuino, valori che questa particolare esperienza può trasmettere all’uomo contemporaneo semplicemente giocando.

- ALLA SCOPERTA DELLA VITA: Biodiversità è un termine che sempre più si sta diffondendo nel linguaggio comune. Conoscere il significato e il messaggio che esso può trasmettere all’uomo contemporaneo può contribuire enormemente a cambiare gli atteggiamenti e i comportamenti umani nei confronti della natura. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, oltre ad offrire scenari naturali fantastici, offre anche una grande ricchezza di forme di vita “diverse”. Un luogo dove non è difficile guardare il Mondo e la Natura con occhi nuovi. Il programma didattico, che abbiamo studiato appositamente per le scuole di ogni ordine e grado, consente agli studenti di poter comprendere le fitte interazioni esistenti fra i vari organismi viventi, uomo compreso, e l’ambiente in cui vivono. Questa conoscenza conduce ad una nuova coscienza, che mira ad una visione diversa della natura e del ruolo che l’uomo può recitare nel suo grande palcoscenico.

- UN BOSCO PER SOPRAVVIVERE: Quando un tempo l’uomo viveva a stretto contatto con la natura, riusciva a trarre da essa il sostentamento per sopravvivere. L’ambiente naturale offriva cibo e rifugio. La necessità di procurarsi tutto questo spinse gli uomini a convivere in gruppi, che fondavano la loro forza sulla collaborazione ed il rispetto reciproco, una forma d’amore che li portava a stringere forti legami affettivi. Cercare di ricreare un clima simile, all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, è oggi uno degli obbiettivi del Surviving, attività che vuol riportare l’uomo a rivivere lo spirito che accompagnò i nostri antenati. Il programma prevede una serie di giochi che permetteranno ai ragazzi di interagire fortemente tra loro, migliorare la propria autostima e capire quanto la natura può offrirci.

- ALLA RICERCA DEI SAPORI: Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini non è solo un luogo ricco di leggende e fantastici paesaggi, ma anche uno scrigno, dove gli antichi sapori delle sue attività tradizionali sono stati conservati e sono giunti fino a noi. Con questo programma i ragazzi entreranno in contatto con i “custodi” degli antichi mestieri, gente semplice ed accogliente che farà loro conoscere uno stile di vita antico e genuino, una finestra da cui potranno vedere ed assaporare un mondo che rischia ormai di scomparire. Numerosi sono i prodotti del territorio di Norcia: qui è nata la norcineria, si produce il famoso tartufo nero pregiato, si coltiva la lenticchia di Castelluccio considerata la più prelibata d’Italia, si producono ottimi formaggi di montagna, del buon miele e deliziose mielizie.
Periodo: Aprile – Maggio – Giugno – Settembre – Ottobre – Novembre.
Durata: da due a quattro giorni.
Destinatari: scuole elementari, medie e superiori.
Mezzi di trasporto: non è necessario l’ausilio dell’autobus.
Equipaggiamento: indumenti per il vento, il freddo, la pioggia; occhiali da sole, cappello, crema solare, scarpe da outdoor con suola scolpita, zaino e borraccia.

Su richiesta possono essere costruiti pacchetti didattici personalizzati.